A partire dal 25 Maggio 2018 tutte le amministrazioni e gli enti pubblici e tutte le aziende la cui attività principale consiste in trattamenti che richiedono il monitoraggio regolare e sistematico degli interessati su larga scala, tutti i soggetti la cui attività principale consiste nel trattamento di dati sensibili, relativi alla salute o alla vita sessuale, genetici, giudiziari e biometrici, dovranno obbligatoriamente dotarsi di un Responsabile della Protezione dei dati. Il Data Protection Officer è un professionista con particolari competenze in campo informatico, giuridico, di valutazione dei rischi, di analisi dei processi. E’ anche dotato di qualità manageriali ed organizzative affinché sia in  grado di suggerire al Titolare del Trattamento o al Responsabile, gli opportuni cambiamenti di carattere tecnico-organizzativo.
La responsabilità principale del DPO è quella di sovraintendere alla gestione del trattamento dei dati personali effettuata da aziende private o enti pubblici, affinché questi siano trattati nel rispetto delle normative privacy nazionali ed europee.

Le importanti novità introdotte dall’ipotesi di rinnovo contrattuale del 21.2.2018

Data l’ampiezza e la complessità degli argomenti da sviluppare, la prima giornata (05 Aprile) è dedicata ad una visione complessiva dei contenuti economici della preintesa, limitatamente alle novità più rilevanti che ne hanno accompagnato l’adozione, soprattutto per quanto attiene alla gestione delle emergenze che originerà la sottoscrizione definitiva del contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto.

La seconda giornata è dedicata all’approfondimento specialistico sulle tematiche relative alla gestione giuridica e normativa del rapporto di lavoro, tenuto conto della eterogeneità degli argomenti da trattare e della loro oggettiva complessità e rilevanza, secondo una partizione indicativamente sviluppata sui seguenti contenuti

A partire dal 25 Maggio 2018 tutte le amministrazioni e gli enti pubblici e tutte le aziende la cui attività principale consiste in trattamenti che richiedono il monitoraggio regolare e sistematico degli interessati su larga scala, tutti i soggetti la cui attività principale consiste nel trattamento di dati sensibili, relativi alla salute o alla vita sessuale, genetici, giudiziari e biometrici, dovranno obbligatoriamente dotarsi di un Responsabile della Protezione dei dati. Il Data Protection Officer è un professionista con particolari competenze in campo informatico, giuridico, di valutazione dei rischi, di analisi dei processi. E’ anche dotato di qualità manageriali ed organizzative affinché sia in  grado di suggerire al Titolare del Trattamento o al Responsabile, gli opportuni cambiamenti di carattere tecnico-organizzativo.
La responsabilità principale del DPO è quella di sovraintendere alla gestione del trattamento dei dati personali effettuata da aziende private o enti pubblici, affinché questi siano trattati nel rispetto delle normative privacy nazionali ed europee.

Il 25/05/2018 cambia radicalmente il paradigma nel mondo della Protezione dei Dati Personali, il cittadino è posto al centro dell’attenzione mentre in capo alla Pubblica Amministrazione gravano molteplici adempimenti, l’inosservanza dei quali sono pesantemente sanzionati.

Dal Sindaco al messo comunale deve maturare la consapevolezza dell’inestimabile valore dei dati personali e delle devastanti conseguenze, sul cittadino, in caso di fuga di tali preziose informazioni.

Scopo del modulo formativo è quello di consentire agli operatori pubblici di acquisire le conoscenze basilari per operare correttamente nella piattaforma informatica “acquisti in rete” anche in considerazione delle novità grafiche e funzionali introdotte da Consip e rese operative dal 19 febbraio 2018. Tutte le sezioni informative subiranno sostanziali modifiche: vetrine, iniziative, visualizzazione del Catalogo, del carrello e del cruscotto.
Le novità più attese riguardano la vetrina "Iniziative" e le sezioni dedicate ai diversi strumenti di acquisizione: convenzioni, mercato elettronico, accordi quadro, sistema dinamico.
Il taglio pratico dell’intervento formativo porterà il discente ad effettuare correttamente ricerche sul sistema ed impostare una Richiesta di Acquisto (RDO) .

Il corso intende fornire agli operatori del settore le indicazioni operative per individuare il fabbisogno ed applicare le regole di selezione dei prestatori di servizi e delle cooperative, alla luce del d.lgs. n. 50/2016 e della normativa di settore, in modo da garantire la corretta gestione, la qualità dei servizi resi e stimolarne la produttività, evitando di incorrere negli errori più comuni.

A tal fine oltre ad un inquadramento teorico/normativo verranno effettuate delle vere e proprie simulazioni con redazione di schemi di atti e lancio di procedure tramite MEPA.

Scopo del modulo formativo è quello di consentire agli operatori pubblici di acquisire le conoscenze basilari per operare correttamente nella piattaforma informatica “acquisti in rete” anche in considerazione delle novità grafiche e funzionali introdotte da Consip e rese operative dal 19 febbraio 2018.

Tutte le sezioni informative hanno subito sostanziali  modifiche: vetrine, iniziative, visualizzazione del Catalogo, del carrello e del cruscotto.
Le novità riguardano la vetrina "Iniziative" e le sezioni dedicate ai diversi strumenti di acquisizione: convenzioni, mercato elettronico, accordi quadro, sistema dinamico.

Il taglio pratico dell’intervento formativo porterà il discente ad effettuare correttamente ricerche sul sistema ed impostare una Richiesta di Acquisto (RDO).

A partire dal 25 Maggio 2018 tutte le amministrazioni e gli enti pubblici e tutte le aziende la cui attività principale consiste in trattamenti che richiedono il monitoraggio regolare e sistematico degli interessati su larga scala, tutti i soggetti la cui attività principale consiste nel trattamento di dati sensibili, relativi alla salute o alla vita sessuale, genetici, giudiziari e biometrici, dovranno obbligatoriamente dotarsi di un Responsabile della Protezione dei dati. Il Data Protection Officer è un professionista con particolari competenze in campo informatico, giuridico, di valutazione dei rischi, di analisi dei processi. E’ anche dotato di qualità manageriali ed organizzative affinché sia in  grado di suggerire al Titolare del Trattamento o al Responsabile, gli opportuni cambiamenti di carattere tecnico-organizzativo.
La responsabilità principale del DPO è quella di sovraintendere alla gestione del trattamento dei dati personali effettuata da aziende private o enti pubblici, affinché questi siano trattati nel rispetto delle normative privacy nazionali ed europee.

La nuova disciplina ha introdotto concetti nuovi come la competenza finanziaria, i residui, l’avanzo di amministrazione, nonché poste di bilancio come il fondo pluriennale vincolato.
Il processo di riforma interessa non solo gli uffici finanziari degli enti pubblici ma anche tutti gli altri settori, perché il progetto di cambiamento non incide solo sugli ordinamenti contabili ma soprattutto nelle modalità di gestione ed organizzazione interne alle strutture della Pubblica Amministrazione. In questo contesto si inserisce l’intervento formativo che ha lo scopo di dare a tutti i dipendenti degli Enti Locali non coinvolti in maniera diretta nella stesura degli atti e della gestione contabile, informazioni sul contesto normativo e sui cambiamenti epocali oggetto della riforma.

Pagine