Workshop in Comunicazione e PNL BioETICA Aziendale - Teambuilding e gestione dello stress( su richiesta dei comuni )

Cosa è un gruppo di lavoro? Quali sono i COMPORTAMENTI CONDIVISI che rendono un gruppo di persone un Team affiatato? Quali vantaggi può trarre un gruppo che viaggia sulla stessa “lunghezza d'onda” in termini di diminuzione del RISCHIO di STRESS da LAVORO CORRELATO?

La valutazione del rischio, così come prevista dal D.Lgs. 81/08, va intesa come l’insieme di tutte quelle operazioni, conoscitive ed operative, che devono essere attuate per pervenire ad una “stima” del rischio di esposizione a fattori di pericolo per la sicurezza e la salute dei lavoratori, in relazione alla tipologia di impiego.

In generale i rischi lavorativi possono essere divisi in rischi per la sicurezza, rischi per la salute e rischi trasversali o psicosociali.

I rischi trasversali sono stati così definiti appunto perché una disfunzione nelle interazioni di tipo ergonomico, organizzativo e psicologico può produrre danni sia per la salute che per la sicurezza.

Lavorare in condizioni di disagio e stress può infatti avere un ruolo rilevante quanto meno come concausa di danni alla salute.

Pertanto, lo stress da lavoro correlato è una condizione, accompagnata da sofferenze o disfunzioni fisiche, psichiche, psicologiche o sociali, che scaturisce dalla sensazione individuale di non essere in grado di rispondere alle richieste, o di non essere all’altezza delle aspettative.

Lo stress non è una malattia, ma un’esposizione prolungata ad esso può ridurre l’efficienza nel lavoro e può causare malattie. Lo stress da lavoro può essere causato da fattori diversi, come ad esempio il contenuto del lavoro, la sua organizzazione, l’ambiente, la scarsa comunicazione, l'incapacità di sopportare un certo tipo di Leadership.

Questo percorso è mirato allo sviluppo della RESILIENZA in ogni dipendente, migliorando la sua capacità di comunicare e gestire pressioni esterne, aumentando le convinzioni positive e sviluppando una naturale capacità di negoziazione.

Pensiamo per un momento  ad un ufficio in cui, tutti, riescono a comunicare in modo efficace, quanto migliorerebbe la QUALITA' DELLA VITA LAVORATIVA dei singoli componenti del gruppo? 

Associazioni, Amministrazioni, Imprese, Enti, Cooperative, sono sorrette da  valori e obiettivi che però ognuno “vive” in modo personale, assumendo comportamenti che, nella propria MAPPA, sono il miglior modo per sostenerli e raggiungerli. Questo, purtroppo, non sempre si sposa con una visione comune e univoca della strada da percorrere e sempre più spesso questi valori non si traducono in comportamenti “agiti da tutta la SQUADRA”.

Inoltre, giudizi, pregiudizi e interpretazioni sbagliate, producono un clima spesso insostenibile, ove stress e malumore regnano incontrastati.

Da qui, attacchi, incomprensioni, atteggiamenti giudicanti e rigidità che provocano momenti di tensione, limitano le capacità di Problem Solving e, purtroppo, si traducono in conflitti!

Il lavoro occupa gran parte del tempo di ognuno di noi e quindi è fondamentale nello sviluppo della personalità e realizzazione dei propri bisogni. Lo stress legato all‘attività lavorativa si manifesta quando le richieste dell’ambiente di lavoro superano la capacità del soggetto ad affrontarle. Lavorare sotto pressione di per se non è negativo, può migliorare le prestazioni e dare soddisfazione quando si raggiungono obiettivi impegnativi. Tuttavia, quando la richiesta e le pressioni diventano eccessive, possono provocare stress, fattore negativo sia per i lavoratori che per le aziende.

Anche il modo, a volte brusco, di richiedere una performance nell'ambiente di lavoro, risulta essere per alcuni fonte di stress.

Ecco quindi come il punto cardine per l’eccellenza diventi la necessità di potenziare le ABILITA' COMUNICATIVE e le  CONVINZIONI potenzianti dei singoli protagonisti, partendo dalla comprensione del punto di vista di tutti, mirando ad una crescita dell’autostima di ognuno e ad un miglioramento delle prestazioni, in modo che possa credere nelle proprie risorse e le metta al servizio della squadra e di chi la guida, in modo da CREARE IMPRESA e sviluppare l' EMPOWERMENT.

 Lo stress legato all’attività lavorativa può divenire un problema per l’azienda su molti versanti in quanto può comportare problemi:

- a livello aziendale intesi come aumento dell‘assenteismo, frequente avvicendamento del personale, scarso controllo dei tempi di lavorazione, problemi disciplinari, vessazioni, comunicazioni aggressive, danno all‘immagine aziendale, ecc.;

- a livello di prestazioni individuali intesi come riduzione della produttività o della qualità del prodotto o del servizio, infortuni, processo decisionale inadeguato, errori;

- a livello economico inteso come aumento dei costi per un possibile indennizzo o delle spese mediche, per il reclutamento e la formazione di nuovo personale, ecc.

In altre parole, un miglioramento dell’atteggiamento dei singoli, innalza la qualità del Lavoro e della vita lavorativa, costruendo un ambiente “SANO”, capace di gestire i numerosi momenti di tensione al meglio utilizzando l’ascolto e l'empatia!

Un gruppo, con queste premesse, diventa più “FLESSIBILE” poiché ognuno tende a lavorare in armonia con gli altri, e più “armonico”, adeguandosi al ritmo dei tempi e costruendo un'immagine di solidità e serenità anche all'esterno, che stimola  il piacere di interagire con esso.

Il workshop da organizzare secondo le specificità del Cliente è strutturato per consegnare a tutti i partecipanti strumenti per sviluppare una mentalità capace di azionare quelle leve che permettono il raggiungimento di traguardi e obiettivi. Tutto questo si traduce in una maggiore convinzione nel puntare su se stessi, migliorando la propria qualità della vita.

Obiettivo primario è migliorare la comunicazione tra se e gli altri in modo da innalzare ulteriormente il proprio potenziale e la propria autostima, attraverso la consapevolezza che chiunque lavori con il gruppo e per il gruppo è “importante” e che, gratificandosi reciprocamente,  si viene a creare un clima positivo, collaborativo e vincente.

Indagine preliminare sul benessere organizzativo

Al fine di calibrare opportunamente l’intervento in aula, sarà cura dei datori di lavoro interessati, sottoporre ai dipendenti un test di valutazione globale della percezione del benessere organizzativo, in modo da offrire al docente informazioni preziose che gli permettano di intervenire in aula su quanto è stato evidenziato dai dipendenti come eventuale "fonte di malessere".

In continuità a quanto già disciplinato dall’ex Commissione Indipendente per la valutazione la trasparenza e l'integrità delle amministrazioni, le Strutture interessate si serviranno di  Modelli consolidati per la realizzazione di indagini sul personale dipendente volte a rilevare il livello di benessere organizzativo e il grado di condivisione del sistema di misurazione nonché la rilevazione della valutazione del proprio superiore gerarchico” (ex art. 14, comma 5 del decreto legislativo del 27 ottobre 2009, n. 150)

Per “benessere organizzativo” si intende lo stato di salute di un’organizzazione in riferimento alla qualità della vita, al grado di benessere fisico, psicologico e sociale della comunità lavorativa, finalizzato al miglioramento qualitativo e quantitativo dei propri risultati. L’indagine sul benessere organizzativo, in particolare, mira alla rilevazione e all’analisi degli scostamenti dagli standard normativi, organizzativi e sociali dell’ente, nonché della percezione da parte dei dipendenti del rispetto di detti standard.

Per “grado di condivisione del sistema di valutazione” si intende la misura della condivisione, da parte del personale dipendente, del sistema di misurazione e valutazione della performance approvato ed implementato nella propria organizzazione di riferimento.

Per “valutazione del superiore gerarchico” si intende la rilevazione della percezione del dipendente rispetto allo svolgimento, da parte del superiore gerarchico, delle funzioni direttive finalizzate alla gestione del personale e al miglioramento della performance.

Va anche sottolineata l’importanza di una simile indagine anche al fine di portare a compimento la piena attuazione del ciclo della performance; ciò nella prospettiva di attivare azioni di miglioramento interno che possano, per contro, permettere il raggiungimento di elevati standard qualitativi del servizio/lavoro degli uffici, quindi incrementare sia i livelli di performance organizzativa che individuale.

Il questionario che sottoponiamo fa riferimento agli ultimi dodici mesi ed è finalizzato a:

  • rilevare le opinioni dei dipendenti rispetto all’organizzazione e all’ambiente di lavoro;
  • identificare, di conseguenza, possibili azioni per il miglioramento delle condizioni generali dei dipendenti pubblici.

Alla fine del corso, sarà invece fornito un questionario di gradimento e di valutazione di come e quanto la formazione svolta potrà influire sul miglioramento delle loro performance in termini di gestione dello stress e miglioramento delle risposte comportamentali.

Il nostro Modello

La Programmazione Neuro Linguistica Bio Etica è un modello flessibile in grado di adattarsi a diversi ambiti: aziendale, sportivo, sociale, scolastico.

E' motivazionale perché, oltre le tecniche, sviluppa capacità tali da azionare quelle leve che permettono il raggiungimento di traguardi e obiettivi. Tutto questo si traduce nel potenziare se stessi, reggere meglio il confronto con chi è diverso da noi e migliorare la qualità della vita lavorativa.

Una vera "Stele di Rosetta" attraverso cui è possibile tradurre praticamente le esigenze della "PERSONA" intesa come RISORSA, accedendo a talenti nascosti. Attraverso la PNL applicata a qualsiasi ambito è possibile incrementare il livello di performance personale e professionale, motivare se stessi e gli altri, scoprire una migliore qualità della vita in tutti i campi.

 

Basato sul miglioramento della Qualità della vita aziendale, inte-sa prioritariamente come riorga-nizzazione ed ottimizzazione dei rapporti COMUNICAZIONALI e interpersonali.

Mira a sviluppare l’energia personale di ogni singolo indivi-duo  per mezzo di una vision aziendale che sappia focalizzare temi quali:   Consapevolezza - positività - Fiducia - Ini-ziativa. Frutto di una nuova maniera di capire e compren-dere il vero senso del COMUNI-CARE.

 

Ipotesi (ore 10)

Mod

1-2-3-4

 

DIVISE IN

2 Giornate

 Ogni modulo prevede

formazione Teorico-Pratica

Consulente

Dott. Roberto Poggiolini

Psicologo, Consulente Aziendale, Business Coach Certified.

Responsabile Formazione e G.R.U. IKOS-AgeForm, Esperto in comuni-cazione Assertiva, Trainer di PNL Motivazionale, già Vice Presidente AIF Puglia (Associazione Italiana Formatori)

1° STEP: Gestione dello stress e Sviluppo delle abilità  personali

 

Roberto Poggiolini

2°STEP: Negoziazione e comunicazione empatica

 

Roberto Poggiolini

 

 

 

 

Corso di Formazione in PNL bioETICA aziendale.

 

ATTIVITÀ FORMATIVA MIRATA AL TEAMBUILDING per il MIGLIORAMENTO

DELLE PERFORMANCE AZIENDALI e la GESTIONE DELLO STRESS

 

1° Step

MODULO 1 - BASE

Creare una consapevolezza nuova nei partecipanti. Alla luce di un nuovo modello comunicativo, la PNL bioEtica Aziendale mirata a sviluppare capacità comunicative e   migliorare il clima all'interno del Gruppo. Opera sulle skills di base della comunicazione e promuove: conoscenza - riflessione - potenzialità - volontà di cambiamento - lavoro sui pregiudizi.

Argomenti: Presupposti della Comunicazione - Comunicazione ad una via e a più vie. Il feedback della comunicazione - Utilizzo del linguaggio Verbale, Paraverbale e Non Verbale - I presupposti della Comunicazione in Team: capire le differenza tra mappe diverse -  Le barriere della comunicazione

 

 

1° Step

 MODULO 2 - POTENZIARE SE STESSI:

Opera sulla MENTALITA' POSITIVA e promuove lo Sviluppo delle risorse personali Attraverso la gestione delle emozioni e lo sviluppo delle capacità, permette di tenere sotto controllo gli stati emotivi e lo stress.

Argomenti: La resilienza - Motivazione interna ed esterna -  schemi mentali di sblocco - gestione dello stress - Sviluppare Empatia -  il circolo vizioso e il circolo virtuoso degli Stati d'Animo -

.

 

 

 

 

 

2° Step

 MODULO 3 - NEGOZIAZIONE e TEAMBUILDING:

La negoziazione “Mirata e funzionale si ha quando una partita si conclude con solo vincitori. Viene definita dagli americani “Win-win” ed è presente quando si è costruita un’intesa sulla fiducia e sui valori. Test sulle modalità personali durante le discussioni - Valutazione della tendenza generale al tipo di negoziazione che ha il gruppo sul luogo di lavoro.

 

 

 

 

 

2° Step

MODULO 4 - EVITARE LE CONFLITTUALITA':

 Sviluppa la capacità di raggiungere il successo attraverso la valorizzazione delle persone nell’azienda e delle loro idee e si basa sui principi base della PNL “non esistono errori ma solo opportunità di cambiamento” e "la mappa non è il territorio"

 

Argomenti: Comunicazione Assertiva - l’ottimizzazione di performance professionali - rapporti tra colleghi - armonia aziendale - Il Feedback costruttivo - modello a "sandwich" per l'empowerment.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Obiettivi specifici del corso completo ( due giornate da 5 ore cadauna )

OBIETTIVI RELATIVI AI moduli 1 - 2 - 3 - 4

Sviluppare capacità comunicative e migliorare il clima all'interno del Gruppo.

Promuovere conoscenza - riflessione - potenzialità - volontà di cambiamento

Lavoro sui pregiudizi. Sviluppare risorse personali attraverso la gestione delle emozioni e la presa di coscienza delle proprie capacità.

Tenere sotto controllo gli stati emotivi e lo stress.

Costruire convinzioni funzionali e un atteggiamento costruttivo.

Concetto di responsabilità personale e professionale: differenza tra Valori e Comportamenti in ufficio.

Evitare le conflittualità: sviluppare la capacità di raggiungere il successo attraverso la valorizzazione delle persone nell’azienda e delle loro idee.

Conoscere i principi base della Negoziazione in team.

Sviluppare capacità negoziali diventando ASSERTIVI e imparando a fornire agli altri e a se stessi feedback COSTRUTTIVI mirati all'EMPOWERMENT.

  • Data

    Da concordare con l’ente

    Durata

    dalle ore 9.00 alle ore 14.00- Per n. 2 giornate

    Sede

    Bari- The Nicolaus Hotel

    Docente

    Dott. Roberto Poggiolini

    Quota di partecipazione

     € 3.500 per n. 20 partecipanti. 

     Per prendere parte al corso i partecipanti dovranno formare un gruppo di 20 persone

     appartenenti alla stessa ripartizione.

     E’ possibile chiedere la quotazione per la partecipazione di ulteriori partecipanti fino ad

     un massimo di 25 persone. 

    La quota comprende

    Partecipazione al corso, materiale didattico, coffee break, colazione di lavoro e
     attestato di partecipazione

    I Corsi a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi.
    Pertanto per il loro acquisto non è necessario transitare dalle Centrali di Committenza ( nazionale o regionale), nè è prevista la richiesta del CIG. Si veda anche paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n.4 del 7 luglio 2011.

    Restiamo in attesa delle vostre iscrizioni che vi preghiamo di farci pervenire entro 8 giorni dalla data di avvio del corso.

    Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci : 0805025250 – info@isformconsulting.it e www. isformconsulting.it

     

    Per avere informazioni sui costi e sulle modalità di svolgimento dei Corso

    Per compilare il modulo di iscrizione