Bari, Ottobre 2016: "Il documento informatico obbligatorio: gli adempimenti e le opportunità dell'ente digitale"

Obiettivi:

L’ampia diffusione delle tecnologie dell’informazione e comunicazione sta generando nuovi modelli amministrativi, ai quali l’ente deve adeguarsi con consapevolezza rivedendo processi e procedure.
Le nuove regole tecniche in materia di formazione dei documenti informatici (DPCM 13 novembre 2014) nonché quelle relative alle nuove disposizioni sul protocollo informatico e la conservazione digitale (DPCM 3 dicembre 2013), contribuiscono significativamente a completare il quadro regolamentare previsto dall’art. 71 del CAD e confermano con decisione la strada verso una Pubblica Amministrazione digitalizzata e trasparente già indicata dalla L. 241/90.
Il corso intende descrivere l’intero ciclo di vita dei documenti amministrativi informatici, nel rispetto delle Linee guida pubblicate da AGID (Agenzia per l’Italia digitale) chiarendo i rischi, responsabilità e le opportunità dell’ente nella migrazione al digitale.

 

Programma:

 

Perché digitalizzare:

  • Obblighi e opportunità per l’ente;
  • Aspetti organizzativi, operativi e normativi;
  • Criticità e costi.

Prima di tutto la formazione dei documenti amministrativi informatici legalmente validi:

  • Il documento informatico secondo il CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale);
  • I requisiti dei documenti informatici con valore giuridico probatorio: staticità, integrità, immodificabilità, leggibilità e autenticità;
  • Gli strumenti di firma del documento informatico previste dal CAD: firma elettronica, firma elettronica avanzata, qualificata e digitale;
  • Efficacia probatoria e forma scritta del documento amministrativo informatico;
  • La conformità all’originale delle copie di documenti nel passaggio dal documento digitale all’analogico e viceversa;

La trasmissione telematica con valore giuridico:

  • L’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e comunicazione che soddisfano la forma scritta e garantiscono l’avvenuta consegna della trasmissione dei documenti secondo l’art 45 del CAD;
  • Le procedure per la validità delle istanze e dichiarazioni presentate per via telematica previste dall’art 65 del CAD e il nuovo art 38 del DPR n 445/2000;
  • Diritto all’uso delle tecnologie e obbligo dell’ente di utilizzo della Pec con i soggetti che hanno dichiarato il loro indirizzo (pubbliche amministrazioni, professionisti, società e dal 1 gennaio 2013 imprese individuali e cittadini);
  • L’utilizzo della Pec nella presentazione delle domande di concorso;

L’opportunità della gestione informatica dei documenti:

  • L’integrazione funzionale tra il protocollo informatico con i sistemi di comunicazione telematica (posta elettronica, canali web e sistemi di gestione automatica dei fax);
  • La registrazione, classificazione e fascicolazione dei documenti amministrativi;
  • La formazione di un archivio unico in un sistema ibrido (cartaceo-digitale);
  • La gestione dei flussi documentali elettronici e il re-engineering digitale;
  • La generazione automatica dei pacchetti informativi SIP (Submission Information Package)

Da non trascurare la conservazione digitale dei documenti:

  • Obiettivi e problematiche di natura archivistica, organizzativa e tecnologica;
  • La messa in sicurezza dell’archivio corrente mediante politiche di disaster recovery e continuità operativa previste dall’art 50-bis del CAD;
  • La conservazione dell’archivio digitale di deposito e storico secondo le nuove regole tecniche contenute nel DPCM 3 dicembre 2013 e le indicazioni proposte dalle Linee guida AGID (Agenzia per l’Italia Digitale);
  • Descrizione dello standard ISO 14721/12 (OAIS Reference model for an Open Archival Information System) adottato dalle nuove regole tecniche;
  • La creazione del pacchetto di versamento e la definizione del set di metadati per tipologia documentale secondo le indicazioni dell’allegato 5 DPCM 3 dicembre 2013;
  • La conservazione delle fatture elettroniche e la creazione dell’archivio fiscale secondo le indicazioni del DM 17 giugno 2014;
  • Il versamento nel sistema di conservazione dei documenti e fascicoli elettronici;
  • La figura del responsabile della conservazione: compiti e responsabilità,
  • La scelta del fornitore del servizio di conservazione secondo le indicazioni dell’art 44-bis del CAD;
  • Gli adempimenti presso la sovrintendenza archivistica competente in caso di affidamento dell’archivio presso il conservatore accreditato.

 

 

RelatoreDott. Cesare Ciabatti,

Esperto consulente e formatore per Enti Locali. Specializzato in amministrazione digitale e gestione archivi elettronici in ambito pubblico e privato.

 

 

Data Ottobre 2016
Ora  dalle ore 9.00 alle ore 17.00
Sede Bari - The Nicolaus Hotel
Docente Dott. Cesare Ciabatti
Quota di partecipazione

Euro 315.00 + IVA se dovuta ( in caso di Ente Pubblico esente ex Art. 10 D.P.R. 633/72 come modificato dall'art. 14 l. 537/93

La quota comprende Partecipazione al corso, materiale didattico, coffee break, colazione di lavoro e attestato di partecipazione
Scontistica

OFFERTA 4X3:
Per partecipanti allo stesso corso provenienti da uno stesso Ente/Azienda vi è una iscrizione gratuita ogni tre iscrizioni paganti

Per le amministrazioni comunali con popolazione inferiore a 20.000 abitanti: 220 euro (esente iva)

(Non è cumulabile con l'offerta 4x3)

Per le amministrazioni comunali con popolazione inferiore a 8.000 abitanti: 160.00 euro ( esente iva)

( Non è cumulabile con l'offerta 4x3)

Per ogni corso saranno ammessi non più di 5 partecipanti provenienti da amministrazioni comunali con popolazione inferiore a 20.000 e/o 8.000 abitanti in base all'ordine cronologico di ricezione delle domande.

I Corsi a catalogo non sono configurabili come appalti di servizi.
Pertanto per il loro acquisto non è necessario transitare dalle Centrali di Committenza ( nazionale o regionale), nè è prevista la richiesta del CIG. Si veda anche paragrafo 3.9 della Determinazione dell'AVCP n.4 del 7 luglio 2011.

 

 

Restiamo in attesa delle vostre iscrizioni che vi preghiamo di farci pervenire entro 8 giorni dalla data di avvio del corso.

Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci : 0805025250 – info@isformconsulting.it e www. isformconsulting.it

 

Per avere informazioni sui costi e sulle modalità di svolgimento dei Corso

Per compilare il modulo di iscrizione